Vuoi chiederci qualcosa?

info@buonastrada.net

Vuoi parlare con la redazione?

redazione@buonastrada.net

La poesia (sui muri) salverà il mondo

Dove sei: Homepage > La poesia (sui muri) salverà il mondo

Poesie contro il degrado

20-06-2019 | Nicole Ferrero

La poesia (e la bellezza) salveranno il mondo. Questo è il pensiero di un fotogtafo e artista che risiede a Vucciria, Palermo. Si chiama Paolo Caravello, ed ha pensato di combattere degrado e microcriminalità della Vucciria, contrastando sporcizia e decadenza con fogli di carta A4, pieni di bellissime poesie d'autore.

Così versi di poeti come Jacques Prévert, Vittorio Alfieri e Khalil Gibran, popolano i muri delle viuzze del quartiere palermitano. L'iniziativa, racconta Paolo, è stata pensata per essere coinvolgente e partecipativa... l'artista ha infatti invitato i cittadini a fare lo stesso, attaccando sui muri le loro poesie preferite. Se gli si domanda come mai ha pensato di affiggere sulle pareti della zona versi provenienti da tutto il mondo, lui risponde così: “Solo l’unione tra cittadini e il senso civile portano cambiamento. Questa è la nostra piccola rivoluzione, ripartendo sempre dalla cultura”. 

Al momento sono una ventina i piccoli "manifesti della bellezza" che campeggiano per le strade, alla portata (di lettura) di tutti i passanti che frequentano la Vucciria. Qualcuno ha già cominciato ad imitare questa azione artistica, mentre qualcun'altro ha portato con sè la poesia, staccandola dal muro. 

Resta un'idea vincente, che porta i passanti a guardare, anche per un solo attimo, un muro spoglio e rovinato, ma che dentro al "cuore" ha molto da offrire, proprio come lo splendido quartiere della Vucciria. 

Un'altra splendida iniziativa, sempre orientata alla bellezza, arriva da Brooklyn, dove la grafica e artista Elena Zaharova, durante l'autunno ha scritto su moltissime foglie cadute dagli alberi  numerosi versi poetici, con l'idea di farli trovare ai passanti. L'idea è stata accolta con entusiasmo dai cittadini e dai frequentatori di uno dei parchi "dall'altra parte" della grande mela. 

Elena, con il suo gesto poetico, ha voluto sorprendere e nel contempo rallegrare. Il panorama autunnale è decisamente poetico con i suoi colori, ma può essere letto anche con una certa dose di malinconia. Per questo l'artista ha voluto lasciare messaggi inaspettati per terra, da leggere stupefatti, per migliorare la propria giornata con un qualcosa di bello. Piccoli gesti che ci raccontano la bellezza nascosta, anche nelle piccole cose

Gallery

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per seguire le nostre iniziative!